Perché mi piace Halloween (e non è solo per la zucca!)

 

Tanti anni fa quando sono arrivata in Italia nessuno sapeva cosa fosse Halloween... non c'erano le zucche di Halloween, non c'erano le feste di Halloween, ne i costumi... 🙁 
E quando i miei vicini mi hanno visto scavare una zucca e metterci una candela dentro mi hanno detto: "si vede che sei canadese!"  

Dopo la magia del Natale, Halloween è la mia seconda festa preferita.  
A fine ottobre l'autunno era già finito, a volte c'era stato anche un pò di neve... Adoravo andare a cercare le zucche, scavarle, addobare la casa per Halloween, preparare il costume... e poi la sera andare di casa in casa a chiedere "trick o treat"  (dolce o scherzetto).  Mi ricordo dei vicini che facevano la gara a chi aveva la casa più spaventosa! 

LE ORIGINI DI HALLOWEEN

Tra la fine dell'autunno e l'inizio dell'inverno Halloween è un giorno tra celebrazione e superstizione.  
Gli antichi Celti avevano una festa in cui si accendevano dei fuochi e la gente si vestiva con dei costumi per allontanare gli spiriti.
Nel 8° secolo Papa Gregorio III decisse che il 1° novembre era la festa di Tutti i Santi (in francese la Toussaint) per festeggiare i santi e i martiri.  In poco tempo la notte precedente divenne All Hallows Eve (la vigilia di tutti i santi) e poi Halloween.

Con il tempo Halloween divenne una festa per tutti, compreso i bambini, con i costumi e l'andare di porta a porta, e si è sparsa un pò in tutto il mondo compresa l'Italia.

Ecco alcune ragioni per laquale Halloween mi piace cosi tanto:

TI PERMETTE DI ESPRIMERE LA TUA CREATIVITA'

Una cosa impressionante quando arriva l'autunno in Canada è la quantità di zucche che ci sono!!

Di tutte le forme e dimensioni!  
Decidere poi cosa farne c'è l'imbarazzo della scelta!  
E' bellissimo vedere le case con tutta una fila di zucche davanti, una diversa dell'altra.  

Poi c'è la scelta del costume!  
E anche qui possiamo diventare qualunque cosa vogliamo!
E' un pò come il Carnevale in Italia e al contrario di quello che si crede non ci si veste solo in vampiri, strega o mortiviventi 😉

Halloween ci permette di tirare fuori la creatività che c'è in noi.  Non c'è limite alla nostra immaginazione.
Possiamo scegliere una nuova identità che ci piace.  Che andiamo a comprare il nostro costume o lo facciamo da noi, ci vuole creatività per fare credere agli altri che siamo qualcuno di diverso dal nostro solito! 

GIOCCARE CON SE STESSI

I costumi che andiamo a scegliere per festeggiare Halloween (o Carnevale) ci permettono di giocare con noi stessi.

Quello che andiamo a scegliere molto spesso sono personaggi che risiedono nella memoria collettiva, dove troviamo eroi e eroine di storie antiche oppure di storia moderna ma conosciuti a tutti.  Questi personaggi hanno delle caratteristiche che ci attirano e che ci inspirano.  La loro storia vibra con noi stessi ed è consciuta attraverso il mondo.

C'è chi sceglie di vestirsi da clown, da streghetta, da Barbarossa,  da dottre matto, da albero...
Qualunque costume si sceglie siamo liberi di giocare con i nostri sogni, le nostre aspirazioni e la nostra fantasia!

E' UNA FESTA TUTTI INSIEME

Un'altra cosa che mi piaceva di Halloween era vedere tutta la gente che girava a piedi per le strade, da una casa all'altra!
Le macchine vanno piano, i bambini sono spesso in piccoli gruppi accompagnati da un genitore.
Sopratutto nei piccoli paesi o nei quartieri residenziali diventa veramente una festa di paese.

Non importa se piove, se c'è vento, se c'è già la neve (una volta mi è successo!) 
tutti fuori a camminare senza preoccuparci del tempo!   

UNA FESTA PER DARE E RICEVERE

Un'altra cosa che facevamo per festeggiare Halloween era preparare una ciottola con la moneta piccola
che avevamo accumulata nel mese precedente.  
Il giorno di Halloween andavamo in giro con la "scatoletta dell'Unicef" appesa al collo e insieme alle caramelle (che rimanevano a noi!)  riempivamo anche la scatoletta.  
Il giorno dopo la portavamo a scuola e la moneta raccolta serviva per un progetto di bambini nel terzo mondo.

Infine uno si chiederebbe cosa se ne fa di tutte queste caramelle?
Beh l'altra parte divertente di Halloween era tornare a casa con la federa piena di caramelle, cioccolatini, merendine, gioccatoli... svuotare il raccolto sul pavimento e smistare il bottino!  
Poi cominciavano le trattative e gli scambi prima con i miei fratelli e mia sorella e poi con gli amici.

Credo che era un'ottimo esercizio sul lasciare andare e sul condividere.
A volte qualcuno aveva qualcosa che l'altro non aveva e lo cedeva.
Ovviamente non mangiavamo tutto in una notte!
Si portava a scuola e si condivideva con gli amici. 

Anche se Halloween non è una festa autoctona all'Italia è sempre un'occasione per vivere la creatività, i costumi, le caramelle, giocare con i bambini ed essere anche noi bambini rilasciando un pò di stress! 

Ad una vita con meno stress, più vitalità e più gioia !

Happy Halloween!


Sophia Luypaert

deepak and Sophia
1° Vedic Educator del Centro Chopra in Italia
Naturopata, Alimentazione Naturale, Shiatsuka, Qi Gong

Alcuni anni fa ho colto l'opportunità che l'Universo mi offriva per poter cambiare la mia vita, cominciando con il percorso di naturopata e di shiatsu.  Anni dopo ho seguito gli insegnamenti di Deepak Chopra e ho trasformato ulteriormente la mia vita, aggiungendo una pratica di meditazione regolare, vivendo lo yoga e uno stile di vita ayurvedico in ogni giorno.

Voglio condividere con te questi meravigliosi antichi insegnamenti assieme agli ultimi sviluppi della scienza moderna per aiutarti a trasformare la tua vita!
Perché anche tu posssa avere meno stress, più vitalità e più gioia !


 

POTRESTI LEGGERE ANCHE :


 SCOPRI LA MEDITAZIONE:

Guarda

Ascolta

Scopri


 SCOPRI L' AYURVEDA
- la scienza della vita

.

Condividi questo post con chi ami! - -Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail- - Grazie!

Perché mi piace Halloween (e non è solo per la zucca!)

Scritto da Sophia Luypaert Tempo di Lettura: 5 min
0